martedì 12 marzo 2013

IL LATO POSITIVO - SILVER LININGS PLAYBOOK


Titolo originale: Silver Linings Playbook
Paese: U.S.A.
Anno: 2012
Regia: David O. Russell
Genere: Commedia
Durata: 122 min.
Cast: B. Cooper (Pat), J. Lawrence (Tiffany), R. De Niro (Pat Sr.), J. Weaver (Dolores), C. Tucker (Danny), A. Kher (Dr. Cliff Patel), J. Ortiz (Ronnie), S. Whigham (Jake), J. Stiles (Veronica), P. Herman (Randy), D. Mihok (Agente Keogh)
Soggetto: Matthew Quick (romanzo)
Sceneggiatura: D. Russell

Patrick (Bradley Cooper) soffre di disturbo bipolare e ciò ha provocato la fine del suo matrimonio. Dopo aver trascorso otto mesi in clinica psichiatrica, torna a vivere a casa dei suoi genitori (Robert De Niro e Jacki Weaver), ambientandosi con difficoltà, finché non incontra Tiffany (Jennifer Lawrence), una giovane vedova, che lo coinvolge in una gara di ballo.
Diretto da David O. Russell, il regista di The fighter, Il lato positivo trae spunto da una trama non troppo complessa ed, anzi, quasi banale, per indagare la malattia mentale del protagonista e le sue relazioni con la famiglia e gli amici. Sotto questo aspetto, il film ricorda Lars e una ragazza tutta sua, film del 2010 diretto da Craig Gillespie, con Ryan Gosling. L'attenzione, infatti, è per le dinamiche che il protagonista - che vive in maniera non convenzionale - instaura con le persone che lo circondano. I genitori, il fratello, gli amici tentano in tutti i modi di non emarginare Patrick per via della sua malattia e, allo stesso tempo, si impegnano nel riportarlo sulla via di quella "normalità" che "normalità" non è, perché, come mostra il film, ogni personaggio ha dentro di sé un po' di follia.  
Il pregio della pellicola risiede soprattutto nelle ottime interpretazioni dei protagonisti, che possono brillare grazie ad una sceneggiatura caratterizzata da numerosissimi dialoghi sopra le righe e al limite dell'assurdo. Bradley Cooper sa recitare (chi l'avrebbe mai detto!) ed anche bene. Jennifer Lawrence, che per questo film ha vinto il premio Oscar come migliore attrice protagonista, interpreta egregiamente, nonostante la giovanissima età, una donna un po' stralunata segnata da esperienze dolorose. Simpatici e divertenti nei panni dei genitori di Patrick Robert De Niro, che, finalmente, torna a fare bei film, e Jacki Weaver.
Non è un caso che Il lato positivo abbia raggiunto un record: tutti e quattro gli attori sono stati candidati ai premi Oscar in ciascuna delle categorie dedicate agli attori. Solo Jennifer Lawrence ha centrato l'obiettivo, ma forse anche un Oscar a Bradley Cooper non sarebbe stato male (non posso credere di averlo detto! Potete vedere qui cosa ho detto in passato di Bradley Cooper).

Voto: 8

12 commenti:

  1. Gran bel film, scritto e recitato alla perfezione.
    Excelsior!

    RispondiElimina
  2. meno male che ne hai parlato bene, se no dovevi scontrarti con il mio lato negativo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaha per una volta siamo d'accordo!!!

      Elimina
  3. lo abbiamo visto sabato sera
    mia moglie e le sue amiche ne erano entusiaste; io un po' meno (ma ne parlerò con comodo nel prossimo post)
    ottima la recitazione di J. Lawrence
    mi chiedo come sarebbe stato trattato un soggetto così in Italia (più della metà delle battute sarebbe andata alle smanie e alle superstizioni dei tifosi! purtroppo è quello che piace agli spettatori italiani...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo proprio di sì... anche perchè, come ho scritto dalle mie parti, purtroppo in Italia attori come la Lawrence e Cooper (per non parlare di DeNiro) ce li sognamo!

      Elimina
  4. Un bel film non sempre diretto bene, però recitato bene. Brava la Jennifer e Cooper. Film positivo, insomma.

    RispondiElimina
  5. Sì, concordo: anche Cooper è bravissimo, il suo è il ruolo più difficile. David O. Russell si conferma ottimo direttore di attori: l'anno scorso ha fatto vincere l'oscar a Christian Bale e Melissa Leo, quest'anno alla Lawrence più altre tre nominations. Tanto di cappello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tecnicamente non è un grande regista, ma sa dirigere, eccome!

      Elimina
  6. un bel lavoro di sinergia tra regista/ sceneggiatore e attori, un film terapeutico da assumere ad alti dosaggi!

    RispondiElimina
  7. un film piacevole e originale, anche se l'Oscar alla Lawrence l'ho trovato francamente eccessivo.. decisamente una rivelazione questo Bradley Cooper! :)

    RispondiElimina
  8. Visto stasera, mi è proprio piaciuto e nonostante parlasse di disturbi psichiatrici, si ride con gusto senza offendere la categoria, ha una figata di colonna sonora e finalmente un Bob torna il grande Bob!

    RispondiElimina